Ampliamento database

Scritto da Jolly Lamberti il 05-02-2012 in Climbook
Jolly001%20%2848%29

Stiamo provvedendo a migliorare e ampliare il database di Climbook, con l’inserimento di migliaia di vie e settori, e il posizionamento corretto dell’ordine delle vie nelle falesie già presenti.
E’stato di recente aggiunto il Trentino, che si va ad aggiungere alla Lombardia, la Sardegna, Finale ligure, Piemonte, Abruzzo e Molise da poco inserite.
Attualmente ci sono nel database circa 16000 falesie e 26mila vie. Ma il maggior valore aggiunto proviene dalle quasi 20.000 ripetizioni degli utenti, che con i loro feedback contribuiscono a pulire, sistemare, aggiustare le informazioni di base.
Per questo ci serve anche il vostro aiuto.

Oguno di noi è di casa in qualche falesia. Ognuno di noi ha una parete dove va più spesso, dove conosce meglio degli altri i nomi delle vie, come ci si arriva, qualità della chiodatura, quando cè il sole e quando l’ombra.
Nelle guide tradizionali, solo un paio di occhi e di mani potevano controllare e verificare gradi, nomi e quant’altro. Moltiplicando il numero di occhi e di mani si può arrivare in un tempo più rapido ad un risultato più accurato.
Per questo non dobbiamo essere timidi nel porre commenti relativi alla parete di cui siamo esperti.
Chi sa il nome delle vie senzanome?
Chi sa il grado delle vie senza grado?
A che ora arriva il sole d’inverno? a che ora l’ombra d’estate?
In questo modo, il sapere collettivo dovrebbe, nel lungo periodo, trasformare e curare le incongruenze delle informazioni sulle falesie, i gradi e le vie. Evolvendo wikipedianamente verso il meglio, come un sistema biologico.

In pratica basta inserire nei commenti alla falesia o nei commenti alla singola via tutte le note che pensiamo siano utili o mancanti.

A questo punto, dopo opportune verifiche, sia pubbliche ( commenti a questi commenti)sia da parte dello staff di climbook, provvederemo a inserire tali modifiche e migliorie nel database.
Altrimenti, chi volesse contribuire con falesie ancora non presenti, è invitato a mandare un file Excel ( formato: via\grado\ note)che verrà verificato dagli amministratori quindi immediatamente inserito nel database.
Inviare a : [email protected]

Questi, e solo questi sono i valori da usare per il campo grado:
Il grado dev’essere scritto correttamente, altrimenti non viene inserito! I possibili valori per il grado sono
[“3a”, “3a+”, “3a+/3b”, “3a/3a+”, “3b”, “3b+”, “3b+/3c”, “3b/3b+”, “3c”, “3c+”, “3c+/4a”, “3c/3c+”, “4a”, “4a+”, “4a+/b”, “4a/4a+”, “4b”, “4b+”, “4b+/4c”, “4b/4b+”, “4c”, “4c+”, “4c+/5a”, “4c/4c+”, “5a”, “5a+”, “5a+/5b”, “5a/5a+”, “5b”, “5b+”, “5b+/5c”, “5b/5b+”, “5c”, “5c+”, “5c+/6a”, “5c/5c+”, “6a”, “6a+”, “6a+/6b”, “6a/6a+”, “6b”, “6b+”, “6b+/6c”, “6b/6b+”, “6c”, “6c+”, “6c+/7a”, “6c/6c+”, “7a”, “7a+”, “7a+/7b”, “7a/7a+”, “7b”, “7b+”, “7b+/7c”, “7b/7b+”, “7c”, “7c+”, “7c+/8a”, “7c/7c+”, “8a”, “8a+”, “8a+/8b”, “8a/8a+”, “8b”, “8b+”, “8b+/8c”, “8b/8b+”, “8c”, “8c+”, “8c+/9a”, “8c/8c+”, “9a”, “9a+”, “9a+/9b”, “9a/9a+”, “9b”, “9b+”, “9b/9b+”, “N/D”, “Progetto”, “Sconosciuto”]
(senza parentesi e virgolette).

nel caso una via abbia più catene: L1, L2 se sono due tiri distinti. Se sono proseguimenti: L1+ L2..

Esempio:
Invida L1 6b Per Invidia prima catena
Invidia L1+L2 7b+ per Invidia seconda catena
Invidia L1+L2+L3 8a per Invida terza catena
Invida L1+L2+L3+L4 8b+
Grazie a Tutti

Commenti degli utenti

Grazie a tutti quelli che mettono le loro informazioni a disposizione degli altri scalatori mantenendo gli elenchi di Climbook allineati con la realtà.

17 Giu 2012
Ok, grandi!!!

Ok, siete grandi, grazie per il lavoro che mettete a disposizione per tutti noi.
Un saluto a tutto lo staff.

04 Ago 2012
Indicazioni sulla chiodatura!

Ultimamente, girando per falesie, mi sono trovato spesso in disaccordo con la chiodatura di alcune vie. Non mi riferisco tanto alla distanza tra gli spit, che personalmente non amo "ascellare", quanto al posizionamento degli stessi rispetto al passo specifico, oppure rispetto alla presa da cui moschettonare, alla sicurezza del volo nei primi metri, al tipo di materiale presente (fittoni, fix o vecchi spit), l'usura riscontrata, o le soste di catena da cui ci si deve calare. Su quest'ultimo punto cito l'esperienza fatta da poco in Sardegna, dove, in alcune falesie dell'Iglesiente, al termine della via si trovano due fittoni resinati posti a 30 cm l'uno dall'altro non collegati (sosta alla francese), su cui si deve fare manovra, allongiandosi quindi su un solo punto e facendo passare il capo singolo della corda in entrambi gli anelli per poi rilegarsi, etc. Metodo trovato rischioso per varie ragioni come l'usura degli ancoraggi (soprattutto nelle zone di Mare) o nel caso di principianti o persone non adeguatamente formate! Per non parlare di quello che vedo in giro per l'Abruzzo, dove amo maggiormente scalare!

Detto questo, volevo suggerire di utilizzare questo preziosissimo blog (e mi permetto [da mero fruitore del sito] di invitare tutti i consultatori abituali, tra cui molti amici, che però non si registrano a farlo e a dare il loro contributo!) non soltanto come database personale delle proprie ascensioni, ma, come scrive Jolly, di inserire tutte le informazioni ritenute importanti nelle note, soprattutto in merito di sicurezza, chiodatura delle vie e dei luoghi che ognuno visita! In particolar modo quando queste evidenze non dovessero esser riportate in nessuna guida!!
Sempre di più cosi le persone potranno preventivamente informarsi evitando brutte sorprese (parlo in termini di grado di rischio che ognuno è disposto a prendersi) prima di visitare una nuova falesia!

In ultimo, se qualcuno dovesse sentirsi mosso da spirito trapanatore, segnalo un articolo scritto da Oviglia con alcune riflessioni sui metodi di chiodatura per avere qualche spunto in più:
http://calcarea.wordpress.com/2012/08/09/chiodatori-si-nasce-o-si-diventa-di-m-oviglia/

04 Set 2012
Per inserire un commento devi registrarti sul sito.